Gentile Visitatore,
questo che vede in fotografia è il  terribile  aspetto in cui si presentava la mano  di uno sfortunato giovane (22 anni!!)  che è rimasto vittima  di  un incidente da fuochi d’artificio nella notte del 29 dicembre 2010.

 Penso  che questa immagine sia più eloquente di qualsiasi discorso, riguardo ai danni gravi ed irreversibili che questi ordigni in miniatura (…ma pur sempre ordigni!!) possono provocare:  nel caso  particolare la mano è stata amputata al  polso.

 Ogni anno i festeggiamenti per l’inizio del Nuovo Anno sono funestati da terribili incidenti causati dai fuochi d’artificio.

 Leggi le pagine  dal Giornale “L’Arena” Capodanno 2005   

 Leggi le pagine  dal Giornale “L’Arena” Capodanno 2004   

Le dita… le mani …  le braccia sono interessate in poco meno della metà di questi incidenti con lesioni da deflagrazione che ustionano e dilaniano i tessuti, producono fratture o vere  e proprie amputazioni in modo talmente grave che non posso essere più riparabili neppure con le più avanzate tecniche microchirurgiche.

 Se, da una  parte,  la partecipazione a manifestazioni pubbliche di fuochi d’artificio sono  generalmente molto sicure, perché garantite dall’attento lavoro di professionisti del settore, sotto il controllo delle Unità Operative dei Vigili del Fuoco,  l’allestimento di  fuochi d’artificio presso il proprio domicilio con metodiche di “fai da te” che arrivano fino alla vera e propria improvvisazione, crea spesso delle circostanze di elevato rischio per l’incolumità degli spettatori e degli stessi improvvisati artificieri.

 Alcuni semplici  consigli non si dovrebbero mai dimenticare:
–          rimanete almeno a 100 metri dalla sede in cui  vengono fatti esplodere i petardi, preferibilmente al riparo dietro una  barriera protettiva
–          evitate assolutamente di raccogliere i frammenti del petardo esploso o peggio i petardi inesplosi:  i frammenti  possono  essere ancora caldi tanto da  ustionarvi e i petardi  “inesplosi” possono “rianimarsi “all’improvviso ed esplodervi nelle mani
–          evitate di affidare ai bimbi più piccoli le cosiddette  “stelline  luccicanti”: circa il 10% dei danni  da fuochi d’artificio sono  provocate da queste “stelline” , in  particolare nei  bimbi di età inferiore ai 5 anni.

Lasciate i fuochi d’artificio ai Professionisti ! ! !